Forte sciroccata nel fine settimana

0
803

L’esordio dell’ultime mese invernale, febbraio, sarà caratterizzato da un netto rinforzo dei venti meridionali ed un sensibile aumento delle temperature e dei tassi di umidità relativa.
Infatti, lo sprofondamento sui settori occidentali europei di una vasta saccatura di origine nord-atlantica determinerà il classico richiamo di aria molto mite dall’entroterra africano in direzione dell’Italia centro-meridionale, la Penisola balcanica e parte dell’Europa orientale.

Le temperature saranno quindi in aumento, drastico sulla Penisola balcanica e lungo l’arco alpino, come illustrato nella figura seguente, dove è riportata la variazione del campo termico prevista per la notte tra venerdì 1 e sabato 2 febbraio rispetto alla giornata odierna.

Forti venti di scirocco spazzeranno il Salento già dalla seconda parte di venerdì 1 febbraio, intensificandosi ulteriormente nel corso della giornata successiva, sabato 2 febbraio.
I mari saranno quindi in burrasca, con il picco del moto ondoso che verrà probabilmente raggiunto entro le ore centrali di domenica 3.

Possibile fase di maltempo nei primi giorni della prossima settimana: infatti, il movimento verso est della saccatura nord-atlantica e il successivo isolamento a goccia fredda tra Mediterraneo centrale ed entroterra libico determinerebbe la formazione di un profondo minimo di bassa pressione sullo Ionio, i cui effetti sono ancora tutti da valutare (attualmente, la posizione del minimo appare troppo meridionale per un coinvolgimento diretto del Salento).

Seguiranno aggiornamenti.

Fabrizio Congedo
Staff SuperMeteo