Forti contrasti termici in Europa, dalla neve ai quasi 40°

0
413

In questi giorni è molto forte la differenza di temperatura tra le zone dell’Europa centro settentrionale e quella meridionale e mediterranea.

 

Da una parte sta affluendo aria molto fredda di origine artica, che sta investendo Isole Britanniche, Penisola Scandinava, nonché l’Europa Centrale ed i Paesi Baltici.

 

Qui le isoterme raggiungono valori di -5; -6° ad 850 hPa (circa 1500 metri di quota).

Sul Sud Europa, invece, in particolare sull’Italia meridionale e da qui sui Balcani, sta affluendo aria molto calda di origine africana, con isoterme che raggiungono i +27-28° a 1500 metri sulla Sicilia.

 

Questo ha portato ad eventi meteorologici eccezionali su varie parti del nostro Continente.

 

La neve è caduta infatti in Scozia, sorprendendo gli abitanti della zona, è nevicato sui Paesi Baltici, in Lettonia, Lituania, ed anche in Bielorussia, dove la neve ha raggiunto i 15 cm di spessore.

Infine neve anche in Germania, sulle alture fino a quote collinari.

 

In Sicilia, invece, le temperature hanno raggiunti picchi di 38-39° nel palermitano, abbattendo alcuni record storici di caldo.