Il Colorado dai record di caldo a quelli di freddo

0
231

Il clima nord americano è sempre pieno di sorprese, in quanto la presenza di una catena montuosa longitudinale  (le Montagne Rocciose), da una parte interrompe l’ingresso di correnti oceaniche occidentali in grado di mitigare il clima, mentre dall’altra può favorire improvvise irruzioni di aria fredda dalle zone artiche canadesi.

Abbiamo così dei contrasti termici che a volte si presentano di eccezionale portata.

E il caso, in questi giorni, del Colorado, attualmente esposto alla presenza dell’Anticiclone centrato sull’Arizona, e che presenta dei record di caldo di notevole portata per il periodo stagionale.

L’aeroporto di Denver, nella giornata di ieri, ha registrato una temperatura massima di +38,3° che rappresenta il suo record storico di caldo per il mese di Settembre.

Ma il caldo avrà breve durata, entro due giorni una grande massa d’aria gelida potrebbe determinare l’arrivo di una tormenta di neve seguita da temperature sotto lo zero.

Si tratterebbe anche in questo caso di un evento eccezionale, in quanto le tormente di neve sono molto rare in questo mese, la data media della prima nevicata, in una località posta a circa 1600 metri di altezza, è quella del 15 Ottobre.

Questa ondata di freddo, con pochi precedenti nel passato, provocherà anomalie termiche straordinarie su buona parte degli Stati Uniti centrali, con punte di 20-25°C al di sotto del normale, accompagnate da diffuse nevicate.