Il probabile andamento del tempo fino a fine mese

0
1984

Nella meteorologia si dice che una previsione può essere buona fino al massimo due-tre giorni, poi la sua attendibilità decade rapidamente.

Fare previsioni a 15 e più giorni può dunque apparire un azzardo, tuttavia esistono degli strumenti (i cosiddetti “modelli ensemble”) che ci permettono a grandi linee di dare uno sguardo al tempo futuro, con una buona approssimazione.

Per cui ci accingiamo a tentare una previsione sulla base di quello che il modello europeo ECMWF ci propone con le sue ensemble.

Approssimativamente, assisteremo al passaggio di tre onde probabili apportatrici di tempo instabile, la prima è quella che passerà tra Sabato 11 Luglio e Domenica 12 Luglio, principalmente sul Nord Italia e lungo l’Adriatico.

Un secondo peggioramento dovrebbe attraversare la nostra Penisola a metà mese, in questo caso l’instabilità dovrebbe riguardare solamente l’Italia settentrionale e le Alpi, ma la temperatura rimarrebbe al di sotto della norma un po’ su tutta la Penisola.

Nel frattempo, un aumento del geopotenziale in quota e delle temperature farebbero pensare all’arrivo di una zona di Alta Pressione, con aumento generale delle temperature su tutta Italia e tempo bello ovunque, la prima ondata di caldo estiva che dovrebbe prender piede all’incirca dal 17 Luglio, e che potrebbe perdurare per almeno 4-5 giorni.

Solo l’estremo Sud potrebbe ancora risentire di una circolazione di aria instabile con qualche temporale nelle zone interne.

A partire dal 23 Luglio potrebbe generarsi un calo del geopotenziale e delle temperature in quota, per cui il cedimento parziale della zona anticiclonica farebbe entrare aria fresca ed instabile quanto meno al Nord Italia.

Possibile poi per gli ultimi giorni del mese l’entrata di correnti più fresche dal Nord Atlantico.

Queste sono approssimativamente le “previsioni” fino alla fine del mese di Luglio, pur consapevoli che si tratta di tendenze del tempo che possono anche subire dei cambiamenti nei giorni a venire.