Prepariamo sciarpe, cappotti e cappelli perché, per l’ultimo fine settimana dell’anno, è in arrivo il primo vero ruggito del Generale Inverno.
L’elevazione verso nord-est di un blocco anticiclonico di matrice azzorriana, infatti, determinerà la discesa di aria fredda artica, inizialmente di estrazione marittima, ma successivamente “arricchita” in parte da contributi continentali, verso sud/sud-ovest.
Al momento, tuttavia, anche se l’impianto barico generale appare generalmente confermato, rimangono sottili ma sostanziali divergenze tra i due più prestigiosi modelli di calcolo: l’americano GFS e l’europeo ECMWF.

Tra le due proiezioni la più interessante per il Salento è certamente quella più occidentale proposta da GFS, situazione potenzialmente in grado di apportare fenomenologia anche mista a neve.
Val la pena tuttavia rimarcare che è una situazione al limite e che, quindi, in quanto tale, potrebbe tradursi in una “semplice” sventagliata accompagnata solo da un brusco calo delle temperature.

Dunque, vista la distanza temporale e la complessità dell’impianto sinottico, vi invitiamo a consultare i prossimi aggiornamenti.