Instabilità del tempo fino a Luglio? Le previsioni del modello matematico statunitense

0
798

Il modello matematico statunitense CFSv2, specializzato nelle previsioni a lunghissimo termine, continua nelle sue previsioni di una stagione estiva modesta, per non dire balorda, sulla nostra Penisola e sul Mediterraneo in generale.

In questi giorni sta avvenendo un notevole cambiamento nella struttura generale della circolazione atmosferica, e, probabilmente, il fatto decisivo è stato il passaggio dal Nino alla Nina, da una situazione nella quale le temperature del Pacifico centrale equatoriale erano superiori alla norma ad una invece nella quale le acque superficiali si raffreddano molto al di sotto della norma.

E’ una ipotesi possibile, dato che una situazione di Nino sembra favorire un rinforzo degli Anticicloni Africani sul Mediterraneo.

In ogni caso, per il modello matematico di lungo termine statunitense le zone di Alta Pressione sembrano dominare tra Scandinavia ed Isole Britanniche anche nella seconda metà del mese di Giugno, fino almeno ai primi giorni di Luglio, lasciando campo aperto a situazioni depressionarie sul Mediterraneo.

Non appare molto differente la situazione prevista per il mese di Luglio, dove ugualmente le zone di Alta Pressione sembrano permanere nelle zone settentrionali europee.

Aumentano quindi le possibilità di avere un’Estate sotto tono, sicuramente differente dalle stagioni estive che hanno preceduto quella del 2020.