Luglio 2018: caldo sopra media e localmente piovoso

0
782

Temperature al di sopra delle medie trentennali e temporali sparsi hanno caratterizzato il mese di luglio 2018 salentino.
Con l’ausilio del grafico in Figura 1, dove è riportata la serie storica delle temperature medie misurate nel mese di luglio in provincia di Lecce, possiamo vedere che il secondo mese della stagione estiva 2018 non è stato poi così tanto “fresco” rispetto allo scorso anno o, comunque, rispetto ad annate precedenti. Con una temperatura complessiva di 26.5°, infatti, luglio 2018, nel Leccese, termina decisamente sopra la temperatura media di riferimento (anomalia pari a +0.9°). Rimangono comunque ben lontane le temperature elevatissime registrate nel 2012 e nel 2015.

Figura 1. Serie storica temperatura media registrata nel mese di luglio in provincia di Lecce.

L’analisi dell’Indice di Temperatura Standardizzato per le stazioni di Galatina e S. M. di Leuca dell’Aeronautica Militare evidenzia tuttavia la sostanziale prevalenza di temperature nell’intervallo di variabilità locale (Figura 2).

Figura 2. Luglio 2018: Indice di Temperatura Standardizzato giornaliero per Galatina AM e Leuca AM. Fonti: dati 2018 a cura del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare; storico 1981-2010 a cura di SCIA – Ispra.

Temperature generalmente sopra media ma nella normalità climatica locale anche per il resto del territorio salentino (Figura 3): solo per la stazione di Marina di Ginosa si può parlare di caldo anomalo (STI superiore a +1), mentre, per la stazione di Leuca, la temperatura media di luglio, anche se non anomala, è stata di poco inferiore alla media di riferimento trentennale.

Figura 3. Luglio 2018: Indice di Temperatura Standardizzato per le stazioni di S.M. di Leuca, Galatina, Brindisi e Marina di Ginosa dell’Aeronautica Militare. Fonti: dati 2018 dalla rete del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare; storico 1981-2010 a cura di SCIA – Ispra.

Per quanto riguarda le precipitazioni, invece, il mese più secco di tutto l’anno chiude in modo piuttosto eterogeneo: dall’analisi del grafico in Figura 4, dove è riportato l’Indice di Precipitazione Standardizzato, notiamo la presenza di un deficit pluviometrico per le stazioni di S.M. di Leuca e Galatina dell’Aeronautica Militare, a cui si contrappone il surplus delle stazioni di Brindisi e Marina di Ginosa.
Anche in questo caso, come per l’STI, siamo in presenza di “fisiologiche” fluttuazioni all’interno dell’intervallo di variabilità climatica locale.

Fabrizio Congedo
Staff SuperMeteo