Maltempo sulla nostra Penisola, ma con miglioramento nel fine settimana

0
207

L’ondata di maltempo che sta interessando la nostra Penisola raggiungerà il suo culmine tra le giornate di giovedì e venerdì, per lasciare spazio poi ad un temporaneo miglioramento.

Ma la circolazione atmosferica tende a rimanere di tipo invernale, a causa della presenza di un blocco di alta pressione ad ovest delle Isole Britanniche, che tende a fare scivolare aria fredda di origine artica verso meridione.

Nella giornata di Giovedì 26 Marzo assisteremo alla risalita da sud est verso nord ovest di una pertubazione generatasi sul Sud Italia, e l’ondata di maltempo interesserà diffusamente tutta l’Italia centro meridionale, compresa l’Emilia Romagna.

Tuttavia, le temperature in risalita faranno sì che si innalzerà fino a quote appenniniche il limite della neve al Centro Sud, mentre in Emilia ed Appennino settentrionale potrà ancora nevicare a quote basse.

Le precipitazioni saranno particolarmente abbondanti dalla Sicilia a tutta l’Italia peninsulare, in particolare sui versanti orientali ed appenninici, dove la neve cadrà in notevole quantità.

I venti soffieranno violenti da nord est su gran parte del Centro Nord, da sud est sullo Ionio e basso Adriatico, da ovest nord ovest su basso Tirreno.

Tempo migliore invece al Nord Italia, tranne che sul Piemonte interessato da piogge e neve a quote basse.

Nella giornata di Venerdì 27 il minimo depressionario si trasferirà ad sud est della Sardegna, ed allora il tempo migliorerà sensibilmente quasi ovunque, ad eccezione delle Isole Maggiori e dell’estremo Sud (Calabria in particolare), inoltre delle zone centrali adriatiche.

Tra Abruzzo e Romagna avremo i maggiori quantitativi pluviometrici, in quanto i venti sempre forti da est effettueranno un “effetto stau” su queste zone.

Le regioni meridionali soffriranno ancora di maltempo nella giornata di Sabato 28 Marzo, a causa del transito del sistema depressionario  in movimento verso la Grecia, ma il tempo tenderà a migliorare con il passare delle ore.

Tempo invece bello e temperature massime in risalita nel resto d’Italia.

Domenica sembra essere invece una giornata inizialmente serena su tutta Italia, con la tendenza allo sviluppo di nubi cumuliformi sulle zone interne e montuose associate a rovesci e temporali sparsi su tali zone.

Al Nord si noterà invece un peggioramento del tempo nel pomeriggio dovuto all’arrivo di un intenso fronte freddo dall’Europa Centrale: peggioramento sensibile sulle zone Alpine che saranno interessate dalle prime nevicate.

Sarà l’inizio di un probabile peggioramento che interesserà l’Italia, in particolare il Centro Nord, nella giornata successiva.