Pasquetta con Scirocco forte e pulviscolo sahariano

Gite fuori porta compromesse dal brutto tempo: giungono conferme per il giorno di Pasquetta. A rischio anche il 25.

0
1555

Gli aggiornamenti modellistici serali confermano la forte sciroccata che prenderà corpo proprio tra le giornate di Pasqua e Pasquetta, per poi raggiungere l’apice nella successiva giornata di martedì 23 aprile.
La carta sinottica prevista per le 14 di Pasquetta, ora locale, dal Servizio Meteorologico Tedesco Deutscher Wetterdienst mostra l’avvicinamento di una profonda circolazione ciclonica in risalita dal nord Africa: il gradiente barico orizzontale (differenza di pressione) che si verrà a formare tra la depressione africana a sud-ovest e una possente figura anticiclonica a nord-est, con massimi al suolo tra Europa orientale e Russia, sarà la causa dell’attivazione di venti di scirocco sempre più sostenuti.

Lo scirocco soffierà quindi sempre più forte, raggiungendo intensità di burrasca tra il pomeriggio e la sera del giorno di Pasquetta, quando non si escludono raffiche anche attorno ai 70 km/h sul territorio salentino.

Moto ondoso dunque in progressivo aumento, con mari che da molto mossi diventeranno ben presto agitati (intensità 5 della Scala di Douglas, con onde fino a 4 metri al largo).
Appare inoltre confermato il debole passaggio piovoso tra il pomeriggio e la sera di Pasquetta.

Completerà infine il quadro l’arrivo sul Bacino del Mediterraneo, Salento incluso, di un grande quantitativo di pulviscolo sahariano in sospensione, la cui concentrazione supererà i 2 milligrammi su metro cubo.

I continui affondi di aria fredda nord-atlantica al largo del Portogallo manterranno attivo un flusso mite meridionale sul Salento almeno fino alla giornata di giovedì 25 aprile, quando appare probabile un nuovo rinforzo dello scirocco (da confermare).

 

Fabrizio Congedo
Staff SuperMeteo