Peggioramento del tempo da lunedì, si apre una nuova settimana all’insegna della variabilità

0
301

Non sembra interrompersi la sequela delle perturbazioni in arrivo sul nostro Paese, intervallate da brevi periodi di pausa nel tempo perturbato.

Le nevicate sembrano proseguire sia sulle Alpi che sull’Appennino, apportando quel manto bianco che era clamorosamente mancato in tutta la stagione invernale.

La giornata di domani, sabato 7 Marzo, dovrebbe vedere tempo instabile sul Centro Sud, sull’Italia peninsulare piogge e rovesci sparsi che si concentreranno via via verso Sud ed i versanti adriatici.

Si arriverà dunque a domenica quando i fenomeni principali riguarderanno Puglia, Campania, Calabria e Sicilia, ma con fenomeni in attenuazione nel corso della giornata, mentre altrove il tempo sarà sereno o poco nuvoloso, ma il tutto in attesa di una nuova perturbazione atlantica che interesserà a partire da lunedì prossimo il Nord e la Toscana, dirigendosi entro sera sul Medio e Basso Tirreno.

Pioverà dunque sui versanti occidentali del Centro Sud.

Lo zero termico nel corso dei prossimi tre giorni resterà attorno a quote di 1200-1700 metri, a seconda delle giornate, quindi le precipitazioni potranno essere nevose sia sulle Alpi che sugli Appennini centro settentrionali, dove sono previsti i quantitativi più abbondanti, ma anche i rilievi del Sud Italia saranno interessati dalle nevicate marzoline.

Le precipitazioni cumulate fino a martedì mattina sono piuttosto abbondanti su tutta la nostra Penisola, ad eccezione del lato nord occidentale.

Successivamente, sembra prevalere di nuovo la variabilità del tempo, con perturbazioni atlantiche alternate a fasi anticicloniche, ne riparleremo ad inizio settimana.