Previsioni di lungo termine: dominano le correnti atlantiche

0
791

Dopo un mese di novembre particolarmente piovoso su gran parte dell’Italia, in modo particolare sui settori occidentali ed al Nord, mentre il settore medio e basso Adriatico si è trovato meno esposto alle piogge, anche il mese di Dicembre sembra essere dominato dalle correnti provenienti dall’Atlantico.

Per fare questo tipo di previsioni, si utilizzano principalmente i modelli ensamble, che tengono conto di vari parametri (i possibili errori nell’immissione dei dati iniziali), e, al momento, questi modelli, che si spingono fino a 15 giorni di distanza, non vedono particolari ondate di freddo in arrivo sulla nostra Penisola.

Pur consci del fatto che non esistono modelli in grado di fare una previsione sicura a questa distanza temporale, le indicazioni attuali vedono correnti atlantiche in rinforzo nel corso della seconda decade del mese, con alternanza di onde più calde e più fredde sulla nostra Penisola, associate a numerose perturbazioni.

Dovrebbe quindi continuare la tendenza ad avere un mese piuttosto piovoso, a partire dalle seconda decade di Dicembre, con temperature che, pur in alternanza di fasi più fredde e più calde, ed intervalli tra una perturbazione e l’altra, rimarrebbero lievemente superiori alla norma stagionale, in particolare sui settori orientali italiani.

In compenso, cadranno ancora notevoli quantitativi di neve sulle Alpi, in un inverno che è iniziato in maniera davvero scoppiettante su queste zone.