Prosegue l’instabilità estiva

0
429

L’avvicinamento di un Vortice depressionario proveniente dai Balcani provocherà un’accentuazione dell’instabilità, in questo scorcio di Luglio che appare davvero particolare, soprattutto se paragonato all’andamento caldo di questo mese nell’ultimo decennio (con la sola eccezione del Luglio 2014).

Venerdì 17 Luglio: peggioramento del tempo ad iniziare dalle regioni Nord Orientali, dove, nella notte, vi saranno piogge e temporali, in trasferimento nel corso della mattina a tutto il settore centrale Adriatico ed all’Emilia Romagna, per poi estendersi al Sud Italia fino alla Basilicata e Puglia.

Tendenza ad un generale miglioramento in serata, ad eccezione del settore nord occidentale.

Temperature: Su valori ancora inferiori alle medie stagionali.

Venti: Moderati da nord ovest sui Canali di Sardegna e Sicilia, da nord est su Adriatico.

Sabato 18 Luglio: sviluppo di temporali pomeridiani sui settori alpini (in particolare quello Occidentale), e sull’Appennino Centro Meridionale, fino alla Puglia, Calabria ed Isole Maggiori, dove persisteranno condizioni di instabilità. Sereno o poco nuvoloso altrove.

Temperature: In ulteriore diminuzione su valori inferiori alle medie su tutta la Penisola, con massime generalmente inferiori ai 30°.

Venti: Moderati nord occidentali.

Domenica 19 Luglio: Sereno o poco nuvoloso ovunque, ad eccezione di possibili annuvolamenti pomeridiani sull’Arco Alpino, ed ancora su Calabria, Sicilia e Sardegna.

Temperature: In lieve ripresa al Nord Italia, su valori inferiori alla norma al Centro Sud, con minime notturne su valori particolarmente bassi per il periodo lungo pianure e vallate interne.

Venti: Deboli a regime di brezza.

Lunedì 20 Luglio: sereno o poco nuvoloso su tutta Italia, salvo i consueti annuvolamenti pomeridiani su Alpi e dorsale appenninica associati a locali rovesci.

Temperature: In lieve aumento su tutta la Penisola. Massime di nuovo superiori ai +30° su numerose zone italiane.

Venti: Deboli a regime di brezza.

Precipitazioni cumulate su valori abbastanza bassi, fanno eccezione alcune aree temporalesche concentrate soprattutto sulle zone montuose, dove si potranno avere valori elevati.