Prospettive di anticiclone, e poi di onda fredda nella prima decade di Febbraio

0
3102

Questa mattina il modello ensemble di ecmwf ci propone una evoluzione interessante per la prima decade di Febbraio, in particolare per la seconda metà.

L’esame del modello ensemble, come già detto in altre occasioni, è particolarmente importante per poter riuscire a capire l’evoluzione del tempo sul lunghissimo termine, una evoluzione che per i tradizionali modelli appare molto difficile da individuare, se non con errori grossolani.

Questa mattina le ensemble del modello europeo ci permettono di individuare una robusta rimonta anticiclonica di stampo africano sulla nostra penisola per la fine del mese di Gennaio, dopo un ultimo passaggio di un fronte da nord ovest previsto per i giorni 28-29.

Di seguito a questo passaggio la pressione rimonterebbe fino ad avere tempo stabile, mite e probabilmente nebbioso sulle pianure in seguito allo stabilirsi di questa robusta cellula alto pressoria, che insisterà nei primi giorni del mese.

La quale però nei giorni 5-6 Febbraio tenderebbe a distendersi verso i meridiani, risalendo sull’Inghilterra settentrionale e l’Islanda, lasciando quindi spazio ad una imponente discesa di aria fredda che si verificherebbe sull’Europa Orientale.

Questa passerebbe anche sui nostri versanti adriatici e sul Sud Italia, apportandovi aria fredda ed un primo sblocco della situazione anticiclonica.

La robusta cellula di alta pressione sembra poi dirigersi ancora più a nord, lasciando spazio ad ulteriori discese fredde sul Mediterraneo.

Come di consueto, avvertiamo che si tratta di mappe a lunghissimo termine, con tutte le incertezze del caso, sono solamente degli schemi di circolazione che con maggiore probabilità si verificheranno sul lungo periodo in campo europeo.