Ancora una volta, come sempre più frequentemente accade negli ultimi anni, il mese di settembre in Salento ha avuto caratteristiche prettamente estive, con caldo anomalo e precipitazioni molto scarse e spesso dovute a pochi ed isolati fenomeni legati all’instabilità, più che a sistemi perturbati organizzati.

Temperature sopra media e anomalo dominio anticiclonico hanno in realtà interessato non solo il Salento ma gran parte del territorio europeo, ad eccezione dei settori più orientali e della Penisola scandinava, dove invece troviamo un’anomala presenza di figure di bassa pressione (Figura 1).
In particolare, le anomalie del geopotenziale più elevate le troviamo sull’Italia, sul Vicino Atlantico (proprio lì dove l’estate appena trascorsa, invece, era presente una lacuna barica) e oltre il Circolo Polare Artico.

Figura 1. Settembre 2019 su scala europea: rianalisi delle anomalie del geopotenziale a 500 hPa (circa 5000 metri). Fonte: NOAA Earth System Research Laboratory, rielaborazione grafica SuperMeteo.

Temperature (alla quota di riferimento di 850 hPa) sopra media in tutte le zone interessate dall’anomalo dominio anticiclonico, più freddo della media invece sugli estremi settori orientali e nei settori occidentali della Russia europea (Figura 3).

Figura 2. Settembre 2019 su scala europea: rianalisi delle anomalie delle temperature a 850 hPa (circa 1500 metri). Fonte: NOAA Earth System Research Laboratory, rielaborazione grafica SuperMeteo.

In provincia di Lecce, con una temperatura media di quasi 24°, settembre 2019 è il secondo più caldo, dopo settembre 2011, della nostra mini-serie storica (Figura 3).

Figura 3. Serie storica temperatura media registrata in provincia di Lecce nel mese di settembre dal 2008 ad oggi.

L’analisi dell’Indice di Temperatura Standardizzato (STI) per le stazioni di Galatina e Leuca dell’Aeronautica Militare mostra infatti come quasi la totalità del mese è trascorso con temperature sopra media, spesso sconfinate nel vero e proprio caldo anomalo (STI maggiore di +1). Si nota un solo brevissimo periodo con temperature sotto media (freddo anomalo per Galatina a causa delle temperature minime da inversione termica) all’inizio dell’ultima decade (Figura 4).

Figura 4. Standardised Temperature Index giornaliero riferito alle stazioni di Galatina e Santa Maria di Leuca dell’Aeronautica Militare

Caldo anomalo (STI abbondantemente superiore a +1) non solo in provincia di Lecce ma anche in tutto il resto del territorio (Figura 5).

Figura 5. Indice di Temperatura Standardizzato per le stazioni di Galatina, Santa Maria di Leuca, Brindisi e Marina di Ginosa dell’Aeronautica Militare. Fonti: dati 2019 dalla rete del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare; storico 1981-2010 a cura di SCIA – Ispra.

Da segnalare, infine, una diffusa situazione di deficit idrico che, per i settori adriatici sfocia in una vera e propria situazione di siccità moderata (Figura 6).

Figura 6. Indice di Precipitazione Standardizzato per le stazioni di Galatina, Santa Maria di Leuca, Brindisi e Marina di Ginosa dell’Aeronautica Militare. Fonti: dati 2019 dalla rete del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare; storico 1981-2010 a cura di SCIA – Ispra.
Fabrizio Congedo
Collaboratore SuperMeteo