Straordinaria nevicata di Maggio a New York

0
410

Mentre in Italia si comincia a respirare aria d’estate, e, in questa settimana, le temperature supereranno abbondantemente i trenta gradi al Sud, dall’altra parte dell’Oceano si registrano ancora temperature invernali.

Una massa d’aria fredda di origine artica ha interessato la parte centro orientale del Nord America, nei giorni passati, assumendo caratteristiche di eccezionalità per la stagione.

Le prime bufere di neve insolite per Maggio sono iniziate in Canada, per poi trasferirsi verso sud est, andando ad interessare anche gli Stati Uniti nord orientali.

Qui la neve ha assunto un carattere di eccezionalità, essendo rarissima nel mese di Maggio.

La mattina del 9 Maggio una massa d’aria fredda con temperature di  -12° a 1500 metri di altezza si è diretta sulla costa nord orientale statunitense portando precipitazioni piovose, che, nel corso della mattina, si sono trasformate in neve.

All’aeroporto Fiorello la Guardia di New York la temperatura è andata calando nel corso della notte, raggiungendo un valore di +1,7° alle 6 del mattino, quando è brevemente nevicato.

La neve è addirittura riuscita ad imbiancare Central Park all’interno della città, e si tratta della nevicata più tardiva di tutta la serie storica newyorkese, uguagliando la data dell’altra nevicata tardiva del 9 Maggio 1977 (la raccolta di dati meteorologici in città risale alla fine dell’Ottocento).

Le temperature dovrebbero rialzarsi nel corso della settimana, pur restando al di sotto della norma.