Un mese di aprile all’insegna dello “SCAND+”

0
306

L’anomala persistenza di una vasta e possente struttura anticiclonica sui settori centro settentrionali europei, con perno sul Mar di Norvegia, ha caratterizzato lo schema barico europeo durante il mese di aprile 2019. Si tratta del cosiddetto pattern SCAND +, una configurazione sinottica caratterizzata proprio da un forte gradiente barico positivo tra Penisola Scandinava e aree più a sud, dove infatti troviamo due lacune bariche: una, tra Vicino Atlantico e Europa occidentale, l’altra tra Europa sud-orientale e Medio Oriente.

Senza una costante protezione anticiclonica, il tempo sul Salento nel mese centrale della stagione primaverile 2019 è stato quindi piuttosto dinamico, con fasi piovose e sotto media termica alternate ad altre più asciutte e con temperature sopra media.

L’Indice di Temperatura Standardizzato evidenzia una situazione di assoluta normalità climatica per le stazioni di Galatina e S.M. di Leuca dell’Aeronautica Militare: se, infatti, si esclude la brevissima partentesi nord-africana a cavallo tra Pasquetta e il 26 aprile, tutte le anomalie mensili rientrano perfettamente nell’intervallo di variabilità climatica locale di entrambe le stazioni.

Aprile “nella norma” anche per la stazione di Brindisi A.M., mentre una situazione di caldo anomalo emerge solo per la stazione di Marina di Ginosa, in provincia di Taranto.

Più variegato, invece, lo scenario pluviometrico che emerge invece dall’analisi dell’Indice di Precipitazione Standardizzato: si nota, infatti, una situazione di moderato surplus pluviometrico per la stazione di Galatina e soprattutto per la stazione di Marina di Ginosa, dove le precipitazioni mensili sono state molto più abbondanti rispetto alla variabilità pluviometrica locale.
Lievissimo surplus per la stazione di Leuca, mentre si osserva un lieve deficit idrico (tuttavia non anomalo) solo per la stazione di Brindisi.

Fabrizio Congedo
Staff SuperMeteo