Breve parentesi di bel tempo, peggioramento tra giovedì e venerdì prossimi in particolare al Nord Italia

0
425

Torna il bel tempo dopo i temporali al Nord.

Sembra comunque una pausa temporanea in quanto avremo di nuovo un peggioramento tra giovedì e venerdì prossimi a causa dell’oscillazione di un minimo depressionario che si allontana e poi si riavvicina alla nostra Penisola.

Martedì 08 Settembre: cielo sereno o poco nuvoloso su gran parte della nostra Penisola, in particolare sull’Italia Centrale e sul Nord Est.

Permane della nuvolosità, con possibili rovesci, lungo la dorsale appenninica e le zone nord occidentali italiane, mentre, al Sud, nubi potranno interessare Sicilia, Calabria, Basilicata e Campania, con qualche rovescio, e possibili temporali sparsi nel pomeriggio in Sicilia.

Qualche rovescio anche sulla Sardegna occidentale; generale rasserenamento in serata.

Temperature: Massime che potranno superare i trenta gradi nelle zone interne peninsulari.

Venti: generalmente dai quadranti nord orientali.

Mercoledì 09 Settembre: generalmente sereno o poco nuvoloso; nubi a sviluppo cumuliforme sulle zone montuose appenniniche.

Qualche nuvola in più e possibile brevi rovesci in Sardegna e sulle Alpi Occidentali.

Temperature: Massime in aumento, con valori superiori ai +30° sulle zone interne.

Venti: moderati da nord ovest su Adriatico, da nord est deboli sui mari occidentali.

Giovedì 10 Settembre: aumento della nuvolosità con qualche temporale sulla Sardegna, in intensificazione nel corso della giornata.

Altrove cielo sereno o poco nuvoloso, ma con aumento della nuvolosità sulla Toscana e sulle regioni  Nord Occidentali, con possibili rovesci sparsi soprattutto sulle zone interne e montuose.

Instabilità sull’Arco Alpino con temporali sparsi nel corso delle ore pomeridiane; qualche rovescio pomeridiano anche sulle zone interne appenniniche.

Temperature: Stazionarie.

Venti: settentrionali su medio e basso Adriatico, deboli variabili altrove.

Gli accumuli pluviometrici più abbondanti saranno sulla Sardegna; accumuli presenti anche in Sicilia e sulle zone Nord Occidentali.